Il Premio De Sanctis intende colmare una lacuna e portare all’attenzione del più vasto pubblico un genere che oggi peraltro va affermandosi da sé, nella sua energia cognitiva e nella sua duttilità formale, la saggistica.

A differenza del romanzo, che spesso si rivela inadeguato alla sua originaria missione di conoscenza e critica della realtà, la saggistica è oggi in Italia un “caso” del tutto nuovo, che vale la pena osservare.

Il Premio individua ogni anno un testo che innovi profondamente nella tecnica e nei contenuti stessi del genere. La prima edizione del Premio De Sanctis si è svolta il 6 ottobre 2009 con l’adesione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

La Giuria del Premio è composta dalle seguenti personalità: Giorgio Ficara (Presidente della giuria), Nadia Fusini, Raffaele La Capria, Giacomo Marramao, Raffaele Manica, Elisabetta Rasy, Franco Cordelli.

Tra i vincitori delle ultime edizioni: Massimo Cacciari per “Hamletica”; Giulio Ferroni per “Ariosto”; Stefano Agosti per “Il romanzo francese dell’800”; GianLuigi Beccaria per “Misticanze”; Piero Boitani per “Il Vangelo secondo Shakespeare”; Pietro Citati per “Leopardi”; Enzo Golino per “Storia e Lady Scrittura”; Silvio Perrella per “Introduzione a Saba” ; Carlo Ossola per “Introduzione alla divina commedia” ; Ermanno Rea per “Io reporter”; Giulio Guidorizzi per “il Mito Greco”; Giorgio Napolitano per “Europa, politica e passione”.

La VII edizione del Premio De Sanctis – edizione speciale per il bicentenario – è organizzato in collaborazione con il Comune di Roma e la cerimonia di premiazione si terrà in Campidoglio nell’Aula di Giulio Cesare il 23 novembre 2017 alle 18:00.

VII edizione

Premio De Sanctis per la saggistica

Solo ombre

Alvar Gonzalez-Palacios
Archinto 2017

Categoria Saggio breve

Albert Savarus

Honoré de Balzac (a cura di Pierluigi Pellini)
Sellerio 2017

Premio del Presidente della Giuria

Diritti per forza

Gustavo Zagrebelsky
Einaudi 2017

Le altre edizioni